RISATE DI FINE ESTATE
la prima corrida potentina

  

Per essere la prima manifestazione del genere in contrada Centomani, bisogna dire che è andata bene. Se si pensa poi alla spietata concorrenza derivante dal fatto che nella stessa data c'erano diverse manifestazioni, allora possiamo considerarci davvero fortunati. La manifestazione, partita alle ore 19.00, per permettere al pubblico di raggiungere la piazzetta, è stata ricca di sorprese e momenti di ilarità. Lo scopo della manifestazione era quello di far sorridere i presenti, ma soprattutto coinvolgere gli stessi nello spettacolo. E così sono venute fuori le scenette improvvisate che hanno coinvolto tutto il pubblico. Per prima cosa l'inno della felicità: "Se sei felice tu lo sai…". Tutti hanno dovuto cantare e accompagnare con i gesti questo inno, in seguito interpretato da alcuni bambini sul palco. Poi è stata la volta dei più grandi che hanno interpretato i versi degli animali de "La vecchia fattoria". Ma il pezzo forte che ha visto come protagoniste tre donne del pubblico è stato certamente il balletto della corrida. Tutti ricorderete le edizioni televisive della corrida e il momento del balletto. Il corpo di ballo mostrava un balletto e poi venivano scelte alcune persone del pubblico per riproporre lo stesso balletto. Al suono della colonna sonora di un famoso cartone animato "Occhi di gatto" tre signore del pubblico ci hanno fatto sorridere e ci hanno mostrato come l'auto ironia sia una cosa importante nella vita di ciascuno.
Ma veniamo ai concorrenti. In questa prima edizione abbiamo avuto 7 concorrenti e non tutti del comune di Potenza. Di questi tre si sono esibiti con l'organetto (Palese Giovanni, Azzarino Leonardo e Vaccaro Giovanni), uno ha cantato un canto tradizionale (Pace Gerardo), una concorrente ha presentato un numero di danza (Nino Daniela), una squadra di nove ragazze ha ballato il sirtaki (L'Associazione Culturale Proliano) e un ragazzo ha proposto le imitazioni di alcuni animali (Di Tomamso Raffaele). Cosa dire, tutti bravissimi e il giudizio del pubblico non è stato semplice. Vincitore di questa edizione è stato il gruppo di nove ragazze dell'associazione Proliano di Balvano che ha ballato il sirtaki. Secondo posto per Nino Daniela che ha presentato un balletto sulle note di Pinocchio e terzo posto per il duetto Pace Gerardo e Azzarino Leonardo che hanno suonato e cantato una tarantella aviglianese.
Durante la serata i ragazzi dell'associazione Free Smiling Angels hanno intrattenuto il pubblico con il karaoke, alcune scenette esilaranti e per finire una gara di ballo. Il resto è stato fatto dal gruppo musicale "Revival". Risate di fine estate è stata anche l'occasione per degustare uno dei nostri piatti tipici "U cutturiedd'", abilmente cucinato da alcuni abitanti di contrada Centomani, accompagnato da un buon bicchiere di vino rosso e tanta pizza fatta in casa. Sorriso, felicità, ma anche commozione sono stati i temi centrali della manifestazione. Commozione soprattutto quando è stata dedicata la manifestazione al Sig. Vito Romano, deceduto pochi mesi fa e che aveva sempre partecipato ai precedenti festival dell'organetto, ma anche quando è stata consegnata una targa in ricordo di Biagio Floris, abitante di Contrada Centomani, anche lui deceduto, uomo che ha sempre saputo donare il suo sorriso e la sua umiltà. Il figlio che ha ritirato la targa ha espresso la sua gratitudine ricordando l'affetto che il padre provava nei confronti dei giovani che si donano agli altri.

 

 

 

 

 

 

Sito programmato per una visione ottimale con risoluzione 800x600
Copyright Associazione Free Smiling Angels

credits-